Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2016

Quel lavoro flessibile che il jobs act non riesce a contenere

Immagine
Nei giorni corsi il governo è intervenuto al fine di correggere il decreti attuati del Jobs Act, modificando – tra l’altro – la normativa sul lavoro accessorio (cd “vouchers”), prevedendo per quest’ultimo regole più stringenti riguardo alle modalità di comunicazione dell’avvio delle stesse e intervenendo sugli aspetti sanzionatori. L’intervento era stato richiesto da più parti, a partire dalle organizzazioni sindacali, e si era reso necessario dopo la vertiginosa crescita del ricorso a tale tipologia contrattuale, seguita all’entrata in vigore del D.Lgs. 81/2015, attraverso il quale è stato ridisegnato il sistema delle tipologie dei contratti di lavoro. Tale normativa – così detto “codice dei contratti” – ha disposto il definitivo superamento dei contratti di collaborazione coordinata e continuativa nella loro modalità “parasubordinata”, al fine di porre fine al fenomeno della precarizzazione cronica che tali tipologie contrattuali determinavano per numerosi lavoratori, e di ricondurr…