Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2020

Coronavirus, smartworking e trasformazione del lavoro: vantaggi e rischi

Immagine
L’ improvvisa e rapida diffusione del Covid-19 , e le misure restrittive imposte dal Governo al fine di contenere la pandemia, stanno incidendo sulle abitudini di vita di tutti i cittadini, comprese le modalità di svolgimento dell’attività lavorativa. In particolare, l’esecutivo ha – seppure temporaneamente – semplificato l’ attivazione dello smart working , consentendo ai lavoratori che vi accedono di svolgere l’orario di lavoro interamente al di fuori dei locali aziendali, derogando in tale modo alla normativa originaria. Secondo i dati del Ministero del Lavoro, dopo l’inizio dell’emergenza “Coronavirus” sono 554.754 i nuovi lavoratori che usufruiscono del lavoro agile, raddoppiando i numeri precedenti (circa 570000), a fronte di una platea potenziale calcolata in oltre 8 milioni di persone.  Un numero considerevole di lavoratori sta avendo la possibilità di sperimentare per la prima volta i vantaggi dell’attività svolta in un ambiente differente dall’ufficio: la conciliaz